a
ecologist
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In consequat dignissim interdum, quis bibendum.
call us 1-677-124-44227
ecologist@mikado-themes.com
instagram
follow us
 

Adotta una tartaruga

Puoi aiutarci sostenendo con una piccola donazione una tantum le cure di una delle tartarughe ricoverate al nostro Centro di Recupero Cura e Riabilitazione delle Tartarughe Marine . Scegli una tartaruga, riceverai l’attestato di adozione e la sua foto e ricorda che ci puoi contattare in qualsiasi momento per informazioni sullo stato di salute dell’animale adottato e per venire a fargli visita.

Hai 3 differenti possibilità di adozione:
30 € – Riceverai l’attestato e la foto della tartaruga scelta.
50 € – Riceverai l’attestato, la foto e la t-shirt.
80 € – Riceverai l’attestato, la foto, la t-shirt, il portachiavi e il peluche.

IMPORTANTE: a pagamento effettuato, invia una mail a informazione@fondazionecetacea.org con il nome della tartaruga scelta e l’intestatario dell’adozione.

Le devoluzioni possono essere versate sul conto corrente bancario:

IBAN IT22 D030 6909 6061 0000 0011 898

o tramite paypal (Fondazione Cetacea onlus).

Adotta una tartaruga, adotta il mare

Alessandra

Tartaruga di grosse dimensione arrivata da Lido di Volano con due profondissime ferite da elica, una al cranio e una al carapace. La TAC ha anche mostrato la presenza di un amo nell’esofago. E’ stata operata dal dott. Giordano Nardini alla Clinica Veterinaria Modena Sud grazie alla collaborazione di Associazione Benessere Animale Onlus e ora è tornata al nostro Centro per il lungo percorso di fisioterapia che speriamo si concluderà con la sua completa riabilitazione e il suo ritorno in mare!

Carolina

E’ una piccola tartaruga di appena 22 cm per 1,4 kg all’arrivo. E’ stata trovata di fronte all’Acquario di Cattolica il 23 marzo 2018: in quei giorni circa 15 tartarughe in ipotermia si sono spiaggiate a causa delle forti mareggiate. Carolina però, a differenza delle altre piccole tartarughe salvate in quei giorni, è un caso un po’ particolare: è cieca. Verrà creato un progetto di recupero che tenga conto della sua particolare condizione

Giulia

Tartaruga marina appartenente alla specie Caretta caretta di 69 cm di lunghezza del carapace per quasi 36  kg di peso all’arrivo. E’ stata recuperata alla deriva al largo di Pesaro grazie alla collaborazione della Guardia Costiera e dell’equipaggio del Motopeschereccio Indio. Arrivata al nostro Centro, è stato immediatamente evidente che presentava un gravissimo sfondamento della calotta cranica, probabilmente causato dall’impatto con un’elica o un’imbarcazione. La TAC ha confermato gravi danni neurologici. Ad ora Giulia continua a non mangiare autonomamente ma siamo noi a nutrirla tramite una sonda con un frullato a base di pesce. Purtroppo la sua prognosi non è da considerarsi sciolta.

Giustina

E’ una piccoletta di 26 cm recuperata alla deriva nel porto di Ancona il primo di gennaio di quest’anno alle 7 della mattina (difficile per Grazia dimenticarsene!). Presentava una grave ipotermia. Giustina è priva pinna anteriore destra, e le lastre hanno messo in evidenza che si tratta di una malformazione congenita, tanto che in cima al moncone ha l’unghia. E’ vivace e… vorace.