a
ecologist
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In consequat dignissim interdum, quis bibendum.
call us 1-677-124-44227
ecologist@mikado-themes.com
instagram
follow us
 

Adotta una tartaruga

Puoi aiutarci sostenendo con una piccola donazione una tantum le cure di una delle tartarughe ricoverate al nostro Centro di Recupero Cura e Riabilitazione delle Tartarughe Marine . Scegli una tartaruga, riceverai l’attestato di adozione e la sua foto e ricorda che ci puoi contattare in qualsiasi momento per informazioni sullo stato di salute dell’animale adottato e per venire a fargli visita.

Hai 3 differenti possibilità di adozione:
30 € – Riceverai l’attestato e la foto della tartaruga scelta.
50 € – Riceverai l’attestato, la foto e la t-shirt.
80 € – Riceverai l’attestato, la foto, la t-shirt, il portachiavi e il peluche.

IMPORTANTE: a pagamento effettuato, invia una mail a informazione@fondazionecetacea.org con il nome della tartaruga scelta e l’intestatario dell’adozione.

Le devoluzioni possono essere versate sul conto corrente bancario:

IBAN IT22 D030 6909 6061 0000 0011 898

o tramite paypal (Fondazione Cetacea onlus).

Adotta una tartaruga, adotta il mare

Luana

Pescata a Cesenatico accidentalmente lo scorso 22 di settembre, aveva acqua nei polmoni. E’ un esemplare di 59 cm di carapace per 25 chili. E’ ancora troppo giovane per determinarne il sesso di appartenenza con sicurezza, ma presumiamo possa essere una femmina.

Lucia

La Caretta caretta Lucia è stata recuperata dopo uno spiaggiamento dall’associazione Delta Rescue, gruppo operativo della provincia di Ferrara insieme a cui gestiamo il Centro di Primo Soccorso Tartarughe Marine di Goro. Ha una profonda ferita al carapace causata probabilmente dall’impatto con l’elica di un’imbarcazione: il suo percorso di riabilitazione sarà sicuramente lungo e difficile perchè presenta problemi di galleggiamento e difficoltà motorie. Fortunatamente da qualche settimana ha ripreso ha mangiare.

Irene

La Caretta caretta Irene, di 83 cm di carapace per 78 chili di peso, è fra gli esemplari femmina più grossi che abbiamo in cura. E’ stata vittima di pesca accidentale che le ha causato l’ingestione di acqua nei polmoni ma è in ripresa e speriamo possa tornare presto in libertà.